Menu

L1001904

News & Press

Down

Archivio

Concerto 28 febbraio 2018

Gianluca Cascioli

Gianluca Cascioli

L’ottavo concerto della Stagione sinfonica del Regio, unisce il classico con il contemporaneo. In programma una prima assoluta italiana, il Concerto doppio per due pianoforti e orchestra di Detlev Glanert eseguito da due eccelsi pianisti: Enrico Pace, già primo premio al Concorso Internazionale Liszt di Utrecht, con una intensa attività concertistica e cameristica, e Gianluca Cascioli, torinese, classe 1979, artista versatile ( non solo pianista ma anche compositore e direttore), con all’attivo importanti collaborazioni artistiche, per esempio con Abbado, Muti, Gergiev e Mehta.

Lo stile di Glanert, compositore tedesco nato nel 1940 con all’attivo una cospicua produzione cameristica, operistica e orchestrale, è maturato all’ombra di Henze e si sviluppa tra l’universo sonoro di Mahler, del quale incorpora il senso teatrale e drammatico della sua musica, e quello di Ravel per il virtuosismo timbrico e l’immaginazione sonora rivelata.

Nella seconda parte una delle partiture di Beethoven simbolo stesso del Classicismo musicale, la Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55, detta “Eroica” completata nel 1804, rappresenta un punto di svolta nella Storia della musica. Innanzitutto fu la più lunga sinfonia mai scritta fino ad allora; dal punto di vista formale presenta una concezione molto ardita con ben tre gruppi tematici, per un totale di sei differenti temi solo nel primo movimento; l’organico, infine, richiede più di cinquanta musicisti, uno spiegamento di forze mai visto prima di allora. Nonostante l’accoglienza piuttosto fredda alla prima esecuzione, la Sinfonia divenne ben presto popolare conoscendo una rapida diffusione e guadagnandosi il primato di essere stata la prima sinfonia di Beethoven eseguita a Parigi.

Enrico Pace

Enrico Pace

Karl-Heinz Steffens

Karl-Heinz Steffens

Sul podio dell’Orchestra del Teatro Regio il direttore Karl-Heinz Steffens, direttore tedesco di assoluto prestigio, recentemente nominato Direttore musicale della Norske Opera & Ballett di Oslo e della Deutsche Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz, invitato dalle più prestigiose orchestre tra le quali i Berliner e i Münchner Philharmoniker, la Philharmonia Orchestra e l’Orchestre Philharmonique de Radio France.